Crea sito

IOvivoQUI

Progetto IOvivoQUI

Il laboratorio di scultura è inteso come un percorso che da una parte vuole avvicinare alla visione artistica, ma che sopratutto faccia riflettere sul tema del territorio in cui vivono i ragazzi: CAM00024-1Attraverso le uscite i ragazzi avranno la possibilità di recuperare dal territorio i materiali utili per creare i manufatti artigianali e attraverso la scultura dovranno rappresentare scorci reali o mentali dei luoghi presi in considerazione in fase di progettazione. Un attività, quella proposta che prende materialmente pezzi di territorio i quali, assemblati secondo regole dettate dalla fantasia individuale riproporranno poi in veste scultorea un “pezzo” di territorio.

I partecipanti arriveranno ad esprimere le proprie opinioni, emozioni e impressioni sui luoghi che li circondano, quelli della quotidianità. A loro verrà chiesto di soffermarsi a guardare il loro contesto di appartenenza con gli occhi e la sensibilità di chi dovrà trasporre quelle immagini in opere materiche altamente evocative grazie all’uso delle tecniche spiegate nelle lezioni di teoria e all’accompagnamento del maestro d’arte Baba del latte.CAM00012-1

In questo modo i ragazzi potranno:

-Esplorare il mondo della materia con un maestro d’arte
-Favorire la socializzazione e il lavoro di squadra attraverso linguaggi non solo verbali
– Costruire modelli di integrazione superando gli ostacoli linguistici
-Stimolare all’avvicinamento alla lingua italiana in maniera informale e spontanea
– Rafforzare la capacità di concentrazione e la manualità
-Stimolare ad una coscienza dei beni culturali e paesaggistici del territorio sia attraverso uscite guidate nel territorio, sia attraverso la conoscenza di testimonianze scultoree del panorama dell’arte.CAM00016-1
-Sviluppare capacità tecniche nel campo della creatività
-Partecipare attivamente alla creazione di un linguaggio comune, relazionandosi gli uni agli altri in modo propositivo, nel rafforzamento dell’autostimashapeimage_2
– Partire dalla realtà per mostrare la propria visione, attraverso la scelta del materiali, del soggetto e della tecnica
-Scoprire la creazione manuale come mezzo per la manifestazione di un sé attivo e creativo, e non solo passivo (come nel caso di tv e videogiochi).