Crea sito

MAI PIU’ INDIFFERENTI

 

cropped-logo-uff-trasparente-1.pngMAI PIU’ IN-DIFFERENTI
scuole secondarie
ANALISI DEL CONTESTO:

Nonostante la crescente attenzione dedicata al tema dei rifiuti e del loro smaltimento da parte di media e istituzioni, la situazione rifiuti rimane un problema irrisolto, e quel che è più grave, eredità per le future generazioni.

Nonostante i dati confermino una crescita nella raccolta differenziata, nella provincia di Trento si evidenzia un costante aumento annuale nella produzione di rifiuti in genere.

La seconda vita degli oggetti riciclati, il metodo di raccolta porta a porta, la possibilità della costruzione in regione di un termovalorizzatore, costituiscono temi di discussione quotidiani e di cui manca un’informazione completa ed approfondita.

Un altro argomento importante nell’era digitale è il rifiuto e lo smaltimento dei rifiuti elettronici, elementi estremamente inquinanti ma preziosi da un punto di vista di materie prime riutilizzabili.

 

OBIETTIVI GENERALI:

Il progetto mira non solo a suscitare una riflessione sul problema dei rifiuti, ma anche a pensare ed adottare buone pratiche per la soluzione di questo problema sia da un punto di vista pratico che teorico.

Attraverso un’accurata ed esaustiva informazione, esempi di buone pratiche, attività pratiche e ludico-ricreative, si vuole avvicinare il mondo degli adolescenti a queste tematiche, mettendo in evidenza l’importante ruolo che ricoprono come “future generazioni”.

OBIETTIVI SPECIFICI:

 1) Informare attraverso una serie di incontri su

  • cos’è un rifiuto, che fine fa il rifiuto indifferenziato e quali sono le conseguenze sull’ambiente e sulla salute
  • Quali sono le buone pratiche per produrre meno rifiuti
  • Che cos’è la raccolta differenziata, quale è il suo ciclo di riciclaggio

 

2) Sensibilizzare gli studenti sulle tematiche trattate attraverso azioni concrete e approcci ludico-ricreativi

 

3) Focalizzare l’attenzione degli studenti sullo smaltimento ed eventuale recupero dei rifiuti elettronici

  • PATNER:Associazioni di tutela ambientale, eventuali aziende di smaltimento o riciclaggio rifiuti.
  • ATTIVITA’:Incontri sul tema “Che cos’è il rifiuto?”           –

(Classificazione dei rifiuti, quanti sono, un po’ di storia, i costi dei rifiuti,…)

  • Attività pratica: caccia fotografica “FUORI LUOGO”
  • (Fotografie a rifiuti abbandonati in luoghi inappropriati e mostra/concorso finale con gli      scatti degli studenti)
  • Incontri sul tema “Buone pratiche per produrne di meno

(Orientamento alla spesa critica, riutilizzare e non sprecare, consigli pratici per             autoproduzioni casalinghe,…)

  • Attività pratica: laboratorio di riciclaggio creativo “LA SECONDA VITA DELLE COSE”              (Costruzione di oggetti utili nati da oggetti inutilizzati,…)
  • Incontri sul tema ” Il residuo, quali conseguenze?

(Dove va a finire il rifiuto non riciclabile,  termovalorizzatori e impianti di stoccaggio, le                 conseguenze per l’ambiente e per la salute,…)

  • Attività: Proiezione del documentario “Biutiful Cauntri” di Esmeralda Calabria, Andrea      D’Ambrosio e Peppe Ruggiero (2007)
  • Incontri sul tema “Perché fare la raccolta differenziata?”       (Perché il porta a porta, il ciclo del rifiuto riciclabile,dove vanno, quanto se ne ricicla,                        cosa diventano, i costi della differenziata,…)
  • Attività pratica: giornata di pulizia di un ambiente pubblico

5) Incontri sul tema: “I Rifiuti elettronici

(Cellulari, computer, elettrodomestici: cosa farsene, smaltimento e riciclaggio dei rifiuti elettronici,problemi e danni per l’ambiente e la salute, associazioni ed enti che raccolgono e riutilizzano telefonini e pc,…)

RISULTATI:Evento finale con gli studenti che hanno partecipato al progetto in cui sarà presente:

– mercato del riuso e degli oggetti prodotti nei laboratoririciclo-rifiuti
– mostra delle foto con gli scatti degli studenti sul tema dei rifiuti

UTENTI:

Studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado

PERIODO E DURATA:

Il progetto prevede un percorso di 14 incontri di due ore ciascuno, comprensivi di alcune uscite e un evento finale di 4 ore, per un totale di 36 ore. Periodo e durata da concordare.

PERSONALE:Due docenti

NOTE:I docenti, in quanto esperti nel settore della facilitazione linguistica, prevedono una particolare attenzione verso i non madrelingua italiani, in un percorso specifico per le loro esigenze linguistiche. Per questo verranno forniti testi e materiali semplificati ed ogni argomento sarà affrontato con particolari metodologie per poter offrire a tutti lo stesso grado di comprensibilità.